La cravatta di Phil

Phil apre l’armadio e sofferma la sua attenzione sulle cravatte. Ha già indossato pantaloni chiari, una giacca di tweed marrone e una camicia rosa. Non gli resta che scegliere la cravatta. Esita. Ne prende in mano una ocra, attraversata da sottili righe verdi. Lucente, setosa, impalpabile. La scarta. Passa a una color ruggine, punteggiata da piccoli pois gialli, disegnata da uno stilista francese. Sfilacciata ai bordi, niente da fare. Ne considera allora una verde scuro, con disegni cachemire in leggero rilievo, dello stesso colore, visibili soltanto da posizioni particolari. Elegante. Molto elegante, regalo di B., donna di buon gusto. Tranne che in quell’ultima drastica scelta. Però sarebbe bello mettersi al collo proprio quella. Fa per sfilarla e solo allora ne avverte la ruvidezza. Ne è spiacevolmente sorpreso. Troppo rigida, conclude, lasciandola ricadere. Morbida, ma consistente, gli si offre al tatto un’altra cravatta, nascosta sotto un antiquato esemplare in lana grigia. Soddisfatto, la toglie dal gancio: è turchese, con piccole vene blu.

La fa passare sulla giacca marrone, attorno alla camicia rosa, e con quella si impicca.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

3 risposte a La cravatta di Phil

  1. Stellabrilla ha detto:

    se è tua complimenti… molto bella

  2. F A B ha detto:

    E se non è mia????;-)Complimenti per la scelta???

  3. cristiano ha detto:

    E\’ di Gabriele Romagnioli dal libro Navi in bottiglia, cmq si ottima scelta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...